Storia

 

L’Orchestra giovanile Fontane di Roma è formata da giovani musicisti professionisti under 30. Essa nasce dal desiderio di creare uno spazio, gestito esclusivamente da giovani, dove poter crescere facendo musica insieme in preparazione al mondo professionale. Una realtà in cui l’impegno e lo studio di ogni singolo musicista sono valorizzati a beneficio del gruppo; in cui l’ascolto e il rispetto, la stima e la fiducia reciproca sono gli ingredienti principali per il raggiungimento di un obiettivo comune.

Lo scopo principale dell’orchestra è quello di avvicinare chiunque, a partire dalle nuove generazioni, ad una dimensione musicale spesso considerata distante e soprattutto difficile da comprendere. La genuinità e la freschezza di una compagine giovanile favorisce in tal senso un’occasione di fruizione culturale senza dubbio più immediata e innovativa. In definitiva, una sfida: sperimentare nuove strategie di comunicazione per intercettare quel pubblico che non ha ancora avuto modo di scoprire il fascino della musica.

Il nome dell’orchestra, oltre ad essere un omaggio al compositore Ottorino Respighi che scrisse un poema sinfonico intitolato proprio Fontane di Roma, vuole infatti restituire l’immagine di noi musicisti simili a tante piccole fontane dalle quali zampilla un’acqua indispensabile: la musica, l’arte, la cultura. Proprio sulle tracce di ciò che diceva il Maestro Claudio Abbado: “La cultura è un bene comune primario come l’acqua: i teatri, le biblioteche, i cinema sono come tanti acquedotti.”

Fino ad ora l’orchestra ha avuto modo di esibirsi presso il Pantheon, in tre concerti istituzionali nel Cortile d’onore e l’Aula magna della Corte Suprema di Cassazione alla presenza del Primo presidente della Corte e del Procuratore generale della Repubblica, presso il Teatro Italia di Roma e  in diverse chiese romane, tra cui la Chiesa del Gesù all’Argentina e la Basilica di Santa Maria in Aracoeli, dove ha avuto l’onore di eseguire il Requiem di Mozart con la partecipazione del Coro Sant’Agnese in Piazza Navona e con il patrocinio di Roma Capitale.

Il 28 Novembre 2023 presso la Corte di Cassazione l’orchestra ha preso parte alla cerimonia per i 100 anni della Corte, eseguendo l’inno nazionale ed europeo alla presenza del Presidente della Repubblica, del Presidente della Camera e del Ministro della Giustizia.

L’orchestra è stata inoltre invitata alla 34a edizione del Civita Festival presso Civita Castellana (VT), realizzando un concerto interamente dedicato a Beethoven; al Festival di Storia della salute per un concerto presso il Museo delle arti sanitarie di Napoli nella sala del Complesso Monumentale della Pace; al Dams Music Festival promosso dall’Università Roma Tre realizzando un concerto presso il Teatro Palladium di Roma e, sempre su invito dell’università, alla rassegna “Musica InFormazione” dove ha eseguito “Il Canto dei Neutrini” del Premio Oscar Nicola Piovani alla presenza dell’autore; al Festival delle orchestre giovanili organizzato dalla Fondazione William Walton, esibendosi presso il Teatro Greco dei Giardini La Mortella di Forio – Isola d’Ischia.

Nel 2022 ha avviato una collaborazione con il Teatro Vascello di Roma, che ha visto l’orchestra impegnata in cinque concerti sinfonici patrocinati dal Municipio XII di Roma Capitale, l’ultimo dei quali in collaborazione con il prof. Sandro Cappelletto per un omaggio bachiano a Pier Paolo Pasolini in occasione del centesimo anniversario della nascita. Nello stesso teatro ha realizzato un concerto dedicato alle più celebri colonne sonore di Morricone e Sakamoto in collaborazione con il Maestro Paolo Vivaldi.

L’Orchestra è risultata beneficiaria di contributo a valere sul FUS – Progetti Speciali 2023 da parte del Ministero della Cultura per il progetto “Metafore sonore. Parlando di Musica con l’OGFR”, che si è tenuto nell’autunno 2023. L’ultima data della rassegna ha visto l’esecuzione della Sinfonia concertante per fiati e orchestra in Mib maggiore K297b di W. A. Mozart con solisti il M° Stefano Novelli, il M° Paolo Pollastri, il M° Francesco Bossone e il M° Fabio Frapparelli, prime parti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Su incarico dell’Istituzione Biblioteche di Roma, nel 2024 realizza inoltre un ciclo di incontri musicali presso una biblioteca romana.

Dall’ottobre 2023 l’orchestra realizza la sua stagione di concerti presso il Teatro Ghione di Roma.

Attiva anche nell’ambito della musica da camera, l’orchestra è stata invitata a realizzare una rassegna estiva “Luglio Lauretano in musica” presso la Basilica di San Lorenzo in Lucina con alcune sue formazioni cameristiche, ed un ciclo di incontri musicali cameristici presso le biblioteche su incarico dell’Istituzione Biblioteche di Roma Capitale.  L’ensemble di archi dell’Orchestra giovanile Fontane di Roma si è inoltre esibito presso la Basilica di Santa Maria in Aracoeli in occasione dell’inaugurazione della mostra a carattere sacro “La Passione”, presso la sede della Fondazione Nazionale delle Comunicazioni e presso la Fondazione Cristo Re di Roma in occasione del 20° Anniversario della Fondazione e di un gala di beneficenza in favore dell’Ospedale Bambino Gesù. 

Il repertorio proposto dall’orchestra abbraccia brani sinfonici e solistici dal Classicismo al primo Romanticismo, dedicando ampio spazio anche ad alcune delle più celebri musiche da film nonché a lavori di giovani compositori emergenti.

Language